Scienza e Conoscenza

[Scegli l'argomento e clicca sull'icona]

Presentazione

NOTA INTRODUTTIVA.

In queste pagine vorremmo raccogliere senza un criterio ben definito materiale vario con l'intento di suggerire che la scienza moderna si contrappone alla conoscenza, vale a dire che la scienza moderna non vuole che si diffonda la conoscenza, anzi compie ogni sforzo per ostacolarla.

Si vuole mostrare in qualche modo la natura farisaica della concezione che sta alla base della scienza moderna nonché i metodi da inquisizione adottati dai suoi affiliati per sostenerla ed imporla.

Il diritto alla libertà di pensiero dovrebbe essere un fatto acquisito nelle moderne democrazie, e la maggioranza della gente crede che sia così. La realtà, però, è ben diversa; infatti, nelle democrazie moderne più evolute si assiste alla feroce persecuzione di quegli individui che esprimano opinioni contrarie al sistema, e ciò vien fatto con i mezzi più subdoli al riparo da ogni forma di pubblicità.

Oggi, all'inizio del terzo millennio, tutti i sistemi politici sottendono una concezione chiaramente plutocratica che determina la natura e la qualità di ogni rapporto, da quello personale, privato, a quello politico, pubblico. Questo vale senza alcuna differenza (le differenze, infatti, attengono esclusivamente ai metodi applicativi) sia per i sistemi politici cosiddetti di destra, sia per quelli cosiddetti di sinistra.

Ebbene, la scienza moderna, nel sostenere detta concezione plutocratica, ricopre il ruolo più importante.

Se tutto ciò non andasse a detrimento della qualità della vita dei singoli, le nostre osservazioni potrebbero a ragione essere ritenute inutili. Tuttavia, i singoli che manifestino opinioni o diffondano informazioni ritenute pericolose, non già per la cosiddetta morale (tema quanto mai complesso), ma per il sistema economico vigente, vengono messi a tacere con ogni mezzo, solitamente lesivo di ogni diritto e, ove necessario, ferale.

Gli intricati collegamenti che portano a giudicare “pericolosa” un'opinione o un'informazione sono tali che nessuna opinione o informazione può essere ritenuta affrancata da un tale rischio, né riveste alcuna importanza ch'essa sia fondata su un'intuizione personale, su resoconti documentati o su dati scientifici. Scientifici? Sì, perché la scienza moderna asservita ad istanze superiori cioè plutocratiche, all'occorrenza rinnega se stessa.

Ma com'è possibile condizionare miliardi di individui?, si chiederà qualcuno. Fino ad un certo momento è sembrato che la semplice, violenta ed indiscriminata repressione fosse sufficiente; poi, però, con l'aumento della popolazione si è dovuti ricorrere ad altri mezzi, che possono essere raggruppati in tre grandi categorie: 1. i trattamenti sanitari obbligatori, 2. la televisione (con la martellante pubblicità); 3. l'utilizzo delle sostanze stupefacenti (apparentemente fuori legge). Questi tre mezzi, inizialmente indipendenti, sono ormai interdipendenti: l'uno supporta l'altro. Negli ultimi decenni se n'è aggiunto un quarto: una mirata amministrazione della giustizia tesa – con leggi cavillose, contrarie ad ogni buon senso, e col supporto di acquisizioni scientifiche opportunamente accomodate – a deprimere e sfiancare le persone oneste, consentendo ad ogni forma di delinquenza di crescere, rimpinguarsi e diffondersi.

La massa, ammorbata dai trattamenti sanitari obbligatori (e non), istupidita dalla martellante pubblicità ed illusa dalla falsa via di scampo rappresentata dalle droghe, può ben essere tenuta a bada. Chi vuole sfuggire a tali condizionamenti, mette a repentaglio la qualità della sua vita personale, non prima, però, d'aver eluso le subdole trappole messe in atto da sette religiose, sette sataniche, sedicenti logge massoniche ed ogni altro genere di confraternita, organizzazione, associazione, sodalizio, circolo, lega, congrega, ordine, consorzio, fazione, corporazione ecc. ecc.

Ancora, in tutto ciò il ruolo ricoperto dalla scienza non è solo importante, ma assoluto. Nelle lingue moderne, infatti, le parole 'scienza' e 'scientifico' sono impiegate per suggellare l'assoluto. In tutti i campi.

Non è certo nostra intenzione cambiare il mondo: non possiamo. A noi basta che almeno un lettore si renda conto di come è.


Antica
Medicina

Omeopatia

Miscellana

e-mail



Home | Antica Medicina | Omeopatia | Miscellanea | e-mail