Collana di edizioni critiche
delle Opere di Fryderyk Chopin


Presentazione

La nuova Collana di edizioni critiche delle opere di Fryderyk Franciszek Chopin, di cui il n. 1 (Prélude op. 45) è già online (v. infra), sostituisce l'impresa editoriale iniziata oltre dieci anni fa col volume dedicato alle Polacche. Da allora molto è cambiato. I nostri fondi personali sono da tempo esauriti e nessuna delIe case editrici da noi interpellate ha accolto le nostre proposte. Ma il nostro amore per Chopin non è cambiato. Quindi, abbiamo deciso di offrire gratuitamente ai lettori del sito il frutto del nostro lavoro. Non dobbiamo investire alcun capitale, ma solo il nostro tempo e la nostra fatica. D'altro canto, lo studente potrà avere a sua disposizione il meglio che l'editoria chopiniana abbia prodotto, senza spendere un soldo, se non quello della carta necessaria per stampare i nostri PDF. Il solo compenso che chiediamo, a discrezione del lettore, è quello di segnalarci gli errori per e-mail.

Ricordiamo brevemente le caratteristiche distintive della Collana. Poniamo a fondamento della recensio, che è condotta secondo i principi della filologia classica, le prime edizioni, gli autografi, le copie manoscritte, nonché le copie a stampa appartenute agli allievi del Maestro, su cui egli appose numerose annotazioni quali, ad esempio, correzioni al testo, diteggiatura, pedale, indicazioni agogico-dinamiche e varianti. Le nostre edizioni si distinguono da tutte le altre principalmente per i seguenti punti: 1. di ogni opus si propone il frontespizio di una delle edizioni originali ed una nota introduttiva, in cui si richiamano, tra l'altro, le testimonianze epistolari, i contratti con gli editori, le date di pubblicazione ed uno stemma illustrativo dei rapporti di parentela tra le fonti; 2. il testo riproduce nei minimi dettagli (accidenti, pedale, posizione delle legature, orientamento delle stanghette, raggruppamenti tra le note, incolonnamento ecc.) le preferenze grafiche indicate dai manoscritti o, in mancanza di questi, dalle prime edizioni; 3. un apparato critico, a piè di pagina, in cui si citano le variae lectiones, che non sono descritte da contorsioni verbali, bensì riprodotte nella notazione originale; 4. un commento comprendente sia note critiche – esplicative, ove necessario, della recensio –, sia note pianistiche in armonia con la nuova scuola pianistica di Chopin; 5. infine, un'accurata diteggiatura secondo i principi della scuola chopiniana ad integrazione di quella documentata dalle partiture degli allievi e dall'edizione di Mikuli.

Ma, attualmente, qual è la migliore edizione utilizzabile per lo studio delle opere di Chopin? Ecco la nostra risposta.

  1. Ballate, edizione critica a cura di Franco Luigi Viero [clicca su 'Ballate' per i dettagli].

  2. Polacche, edizione critica a cura di Franco Luigi Viero, seconda edizione riveduta e corretta, Corsico 2002, pp. xxvi + 342 (ISBN 88-87571-03-1). Non più disponibile.


  3. [Il volume contiene tutte le Polacche note divise in due sezioni: Pubblicate durante la vita e Pubblicate postume. Di più, è compresa anche la Polacca op. 22 preceduta da un Andante spianato nella versione per pianoforte solo, che Chopin faceva studiare agli allievi. Infine, per la prima volta in questo secolo è pubblicata in Appendice la Polacca op. 3 per violoncello e pianoforte nella versione per pianoforte solo edita a Vienna nella riduzione di Carl Czerny.]

    Polacche, edizione critica a cura di Franco Luigi Viero, edizione definitiva per il web.
    [In preparazione.]

  4. Prélude op. 45, edizione critica a cura di Franco Luigi Viero, [Edizioni Gratuite Audacter.it], seconda edizione, aprile 2014 (9 maggio 2014: correzione della diteggiatura nelle miss. 11 e 75 — 22 maggio 2014: correzione del prospetto "Note e tasti" — 1 giugno 2014: aggiunta di diteggiature alternative nella mis. 79 — 5 luglio 2014: modifica alla diteggiatura delle miss. 1÷2, inserimento di una nota mancante nella Cadenza, riposizionamento di un esempio a p. 12) — 11 ottobre 2015: revisione di alcune diteggiature. [In questa nuova edizione viene utilizzato per la recensio un documento unico, finora ignoto, facente parte della Collezione Glensk in Polonia, e di cui per la prima volta viene pubblicato il frontespizio.]

  5. Studi, a cura di Franco Luigi Viero [In preparazione.]


Testi,
Articoli,
Manuali


e-mail



Home | Testi, Articoli, Manuali | e-mail